Wednesday, October 11, 2006

The Baseball Furies aka il pasticciaccio della 72esima



Ciò che è avvenuto poche ora fa sulla 72esima a New York è l'ennesima riconferma di quello che le persone dotate di buon senso e di un minimo di spirito di osservazione vanno sostenendo da anni.
La Sicurezza è il vero Moloch delle democrazie postdevodirlo 11 settembre. Hey! Hallo?! Non ci sono mai state, non ci sono e mai ci saranno sufficienti garanzie di sicurezza in un posto dove un giocatore di baseball ha -come è giusto che sia -la libertà di prendere il suo bel brevetto di volo e di schiantarsi contro un palazzone dell'upper east side. Non mi risulta che Cory Lidle si sia di recente convertito all'Islam o che avesse particolari problemi con l'amministrazione americana, ma anche fosse nulla gli ha impedito di scatenare il panico e la black gayna a Manhattan (figurati, era pure l'11 ottobre).
La realtà è che è impossibile prevenire ogni possibile rischio, garantire, salvaguardare, proteggere la pelle di tutti, ma questa è una roba che si sa dai tempi di Caligola. O forse pensavi che ad un certo punto sarebbe arrivato un tizio col mantello a salvare il culo a tutti? Toc Toc!
In nome della sicurezza hanno fatto passare quel pasticcio messo su con lo scotch e le puntine del Patriot Act, che come dicono nel nord est è nè più e nè meno come un pigna in culo, entra che è un piacere ma provaci tu poi a toglierla. Nel nome della sicurezza in tutto l'occidente hanno strappato migliaia di dollari ai bilanci, nel nome della sicurezza si fanno i dollaroni ovunque, cifre grosse, cifre con troppi, troppi zeri.
Che dire, la paura certo muove un sacco di denaro, ma come difendersi dalla paura di quelli che scelgono di farsi governare dalla paura?
Scusa volevo dire che il fratello di Marzullo è morto di eroina.

2 Comments:

Anonymous Anonymous said...

Mah, non so che pigne ci siano a Nova yorka ma quì, se proprio dovessimo seguire l'invitante forma delle affusolate e falliche pigne di abete mi verrebbe da dire che sarebbe molto più difficile mettersele che non il contrario...cioè , se si chiamano "pine cone" ci sarà un motivo...o vogliamo cominciare dalla base?
Ramon

October 12, 2006 2:26 AM  
Blogger Johnny Mox said...

Credo che sia una specie di effetto simile all'apertura degli ombrelli. cioè una volta infilato e azionato il pulsantino prova te a cacciarlo fuori. Così le pigne con le loro alette. Bisognerebbe chiedere a quelli di Pordenone. Comunque.

October 12, 2006 2:54 AM  

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home